Traduci il sito attraverso Google translate

Testata flash rappresentatnte il logo del comune di Saint-Vincent e quattro immagini del paese che si alternano.

Banner: Albo Pretorio onlineBanner: Posta certificata

 

Banner: Jeux d'eauBanner: Archivio notizie

Stai visitando:

 

Il Carnevale dei Piccoli

Il Carnevale dei Piccoli di Saint-Vincent

"Carnevale 2012"

 

Era il lontano 62, quando un gruppo di privati, patrocinato dal Comune, dal Casino e dall'Azienda di Soggiorno, diede inizio a questa manifestazione. Si volle così dare maggiore importanza ai bambini che, per una settimana, formavano una "mini Giunta Comunale", per amministrare il nostro Paese. Questa tradizione continuò per diversi anni ed ebbe anche un grande successo, tanto che a questo spettacolo presero parte, oltre ai soliti gruppi mascherati ed ai carri allegorici, anche vari personaggi dello spettacolo. Durante il loro mandato il piccolo Sindaco ed il suo seguito, "volavano" a Roma per incontrare il Presidente della Repubblica, evento che veniva immortalato dalla televisione e questa pubblicità indiretta portò molta popolarità al carnevale di Saint-Vincent. A causa della premiazione, che ogni anno assegnava un gonfalone ed un premio al carro vincente, sorsero, purtroppo, ripicche e gelosie che portarono all'interruzione della manifestazione per diversi anni. Finalmente nel 1978, un gruppo di volontari decise di costituirsi in Comitato e di far rivivere il Carnevale, apportando alcune varianti rispetto al passato: i carri allegorici, ad esempio, venivano costruiti dai "7 rioni" in cui era stato diviso il nostro Paese, ed a fine manifestazione il piccolo Sindaco, ed il suo seguito, premiavano quello risultato vincente. Con il passare degli anni il nostro Carnevale riacquistò la sua importanza. Oggi i preparativi per la sua organizzazione cominciano con tre mesi di anticipo: il Comitato contatta i gruppi folcloristici, le bande, le majorettes, ecc.. che parteciperanno alla sfilata; si decidono i soggetti dei carri allegorici, che, in genere, s'ispirano al mondo dei bambini. Per evitare eccessive rivalità, attualmente il paese non viene più diviso in rioni, ed i carri vengono costruiti da gruppi di amici, a cui va un contributo in denaro quale rimborso spese ed un trofeo ricordo. Circa un mese prima dell'inizio della manifestazione, le maestre delle scuole elementari iniziano a preparare i bambini alle elezioni del piccolo Sindaco e del suo seguito. I bambini della quinta classe elementare sono i potenziali candidati alle cariche suddette. Ognuno è libero di porre la propria candidatura e dopo una vera e propria campagna elettorale, in cui ogni candidato cercherà di raccogliere più voti possibili, i bambini sono chiamati ad esprimere il loro voto. Ad elezioni avvenute, gli eletti vengono contattati dal Comitato del carnevale, che fornisce loro i costumi e li aiuta ad "entrare" nel personaggio a cui sono stati destinati. Con le suddette elezioni i bambini vengono chiamati a ricoprire le seguenti cariche: Sindaco - Cerimoniere - 5 Assessori - 1 Capo Vigile - 10 Vigili - 1 Capo Pompiere - 6 Pompieri - 1 Dottore - 3 Crocerossine - 2 Infermieri - 2 Vivandiere. La manifestazione dura una settimana e si conclude il martedì grasso, con una festa, in una delle piazze del Paese, dove vengono distribuiti polenta e salamini per tutti.